La Chirurgia Robotica rappresenta la più innovativa e sofisticata tecnica di chirurgia laparoscopica disponibile attualmente. Permette di effettuare molti interventi ed il suo utilizzo è indicato anche nel trattamento di gran parte delle patologie benigne e maligne ginecologiche.
Le caratteristiche del Sistema Chirurgico Robotizzato includono:
* La visione tridimensionale.
* La presenza di quattro bracci meccanici che sorreggono senza “tremare” e senza “stancarsi” gli strumenti endoscopici e la telecamera.
* L’estrema manovrabilità degli strumenti endoscopici stessi dotati di sette gradi di libertà di movimento.
Tali caratteristiche permettono al chirurgo di operare con una precisione ed accuratezza superiori a quelle fino ad oggi possibili con la laparoscopia tradizionale.

Nello stesso tempo il Sistema Chirurgico Robotizzato garantisce alle pazienti tutti i vantaggi propri dellíapproccio mini-invasivo convenzionale che includono una minor perdita ematica intra-operatoria ed una più breve degenza ospedaliera.

Indicazioni
La Chirurgia Robotica attualmente sembrerebbe rappresentare la più valida e meno invasiva opzione terapeutica nell’effettuazione soprattutto di interventi complessi come per esempio:

  • L’asportazione radicale dell’utero.
  • L’asportazione sistematica dei linfonodi sia a livello pelvico sia a livello addominale.
  • La sospensione dell’utero e della vagina.
  • L’asportazione radicale dell’endometriosi profonda.

CHIRURGIA ROBOTICA SINGOLO ACCESSO
Con il nuovo robot Da Vinci (dal quale l’Ospedale di Spoleto è dotato dal anno 2003) oggi è possibile anche effettuare interventi ginecologici con un singolo accesso ombelicale da 2 cm superando così le difficoltà ergonomiche e tecniche della chirurgia singolo accesso laparoscopica.